REPARTO SPERIMENTALE DI VOLO AL POLITECNICO DI BARI

m104_RSV50

 

BARI -Frequenza Libera Web avvia i motori e scalda i microfoni per raccogliere nuovi  contenuti di un incontro al Politecnico di Bari in Aula Magna A.Alto, tra esperti nel settore aerospaziale, studenti, ricercatori, professori. In una conferenza che ha visto e ascoltato il Magnifico Rettore E.Di Sciascio, il Dott. G.Acierno Presidente del Distretto Aerospaziale Pugliese e rappresentanti del «Reparto sperimentale di Volo» di Pratica di Mare (Roma), confrontarsi sull’esperienza maturata nel settore, la presentazione di nuovi progetti e la richiesta di nuove figure professionali con determinate competenze per la fattibilità degli obiettivi fissati. Tra le interviste raccolte da Frequenza Libera Web, quella del Dott. G.Acerno che pone l’attenzione sull’importanza di una dinamica scientifica e industriale: « Questo è un momento utile per offrire a studenti una panoramica dinamica, scientifica e industriale dell’aeronautica Militare nel Paese e in Puglia dove la crescita, in termini di occupazione, esportazione e fatturato, è significativa. Ci sono nuovi progetti che richiedono nuove competenze e nuove sfide da perseguire con intenzione e passione, senza dimenticare che nel mentre si lavora oggi bisogna costruire già il domani.»

Il Distretto Tecnologico Aerospazio è un iniziativa nata per volontà e dinamismo di individui con l’obiettivo di dare una risposta alla crisi che il sistema di produzione, di alcune realtà pugliesi, rischia di subire proprio nella difficoltà per  le tradizionali imprese aeronautiche di reggere il passo  del cambiamento repentino del settore. E’ necessario inseguire un nuovo modello di organizzazione fatto da un sistema di piccole e medie imprese, adeguato tecnologicamente per competenze, dimensione e capacità finaziaria, che deve seguire i grandi programmi aeronautici. Il Distretto Tecnologico Aerospazio mette in primo piano il territorio. E’ un sistema fatto di produzione, investimenti, ricerca, formazione, finanziamenti, strategia di marketing e comunicazione, che si serve di partner come ad esempio le strutture pubbliche, le grandi industrie aerospaziali Italiane e Pugliesi per conseguire gli obiettivi preposti tra cui la cultura dell’innovazione, la classe di nuove figure che sosterranno la crescita nel settore, il drenaggio delle risorse del settore nel territorio e poi favorire le aggregazioni non più pubblico-privato ma privato-privato tramite le piccole e medie imprese. Dal 2007 al 2013 il Distretto Tecnologico Aerospazio ha seguito l’evoluzione di piccole e medie imprese constatando in sei anni di attività e collaborazioni, una crescita del 143% con un tasso di occupati laureati dal 18% al 31% ed una crescita nelle esportazioni dei prodotti. Dal 2009 si sta puntando sul tema del « non pilotato, autonomo » oltre che in ambito militare anche in quello civile volendo far diventare Grottaglie la sede di sperimentazione.

Per il Tenente Colonnello R.Ambra è stato un incontro per condividere le attività di ricerca del Reparto Sperimentale di Volo e far capire che anche in ambito militare si possono fare attività con un risalto non solo in ambito della difesa ma anche nel sociale umanitario «…occasione da ripetere anche in altre Università. I giovani rappresentano il futuro apprezzando quello che possono e confrontandolo con la realtà che sta evolvendo..». Presente anche il Capitano G.Aiolfi che ad oggi ha maturato tanta esperienza nel settore aerospaziale iniziando gli studi nel 2000 in Accademia Aeronautica Militare di Pozzuoli, nel 2005 in Texas Sheppard consegue il brevetto di pilota militare su T38 e T37 , nel 2006 con il 103° Gruppo Caccia Bombardieri presso la base di Treviso-Istrana, nel 2011 un concorso sperimentale e nel 2012 un corso di pilota sperimentatore e collaudatore negli Stati Uniti e da due anni con il Reparto Sperimentale di Volo: «…importante il contatto e il confronto con studenti e ingegneri per portare avanti progetti sperando in una collaborazione futura..». Il Capitano G.Del Genio Ing. Elettronico nella sezione modeling & simulation del gruppo aerospazio, pone l’attenzione ancora una volta sull’importanza dell’utilizzo delle proprie capacità oltre che in ambito militare anche in quello civile umanitario: « è stato un incontro per condividere competenze e conoscenze delle attività svolte presso ‘Pratica di Mare’ che vuole estendere il proprio dominio da quello aeronautico a aerospaziale ». Il Colonnello G.Ercolani ci presenta la realtà del Reparto Sperimentale di Volo in cui sono presenti attività di sperimentazione di tutto quello che precede l’impiego operativo di un sistema di carattere aeronautico che può essere messo al servizio degli operativi per esaltarne le caratteristiche, le capacità e l’impiego in sicurezza: «..aerospazio con indirizzo in campo civile. Ci sono nuovi programmi, nuovi progetti e quindi la necessità di un nuovo gruppo di sperimentazione..».

Frequenza Libera Web è sempre sul Contenuto con i microfoni ad alto numero di giri e ad alta quota. Libera il tuo contenuto e fallo girare nel mondo e da questo momento anche nello spazio.Tutti i contenuti sono presenti in podcast.frequenzalibera.it. Fate ascoltare la vostra voce su www.frequenzalibera.it

Contatti : info@frequenzalibera.it  guerino@frequenzalibera.it

 

 

Scritto da Guerino Amoruso

Guerino Amoruso

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>