Archivio mensile:agosto 2017

Radio Frequenza Libera a Catanzaro: “Summer Media School”

Raduni Sms

L’Associazione Italiana degli Operatori Radiofonici Universitari, Raduni www.raduni.org, da martedì 29 agosto a venerdì 1 settembre ha organizzato la prima “Summer Media School”: la scuola di media e comunicazione, con la partecipazione di cinquanta studenti provenienti da tutte le università italiane. Un’occasione di crescita e di approfondimenti sulla comunicazione digitale, grazie al supporto della Fondazione Università Magna Graecia e della Radio universitaria di Catanzaro, UMG Web Radio. Quattro giornate intense presso l’Università con l’obiettivo di fornire alle studentesse ed agli studenti, operatrici ed operatori radiofonici universitari, gli strumenti per comprendere le dinamiche e le pratiche della corretta comunicazione e divulgazione, secondo le regole del mercato digitale. Tra lezioni, panel, incontri e Workshop, si parlerà di Sociologia dei Media, Sicurezza Informatica, Codice Etico della Stampa e tanto altro. Non mancherà in serata tra le giornate, anche un giro Turistico del Centro Storico di Catanzaro.

Radio Frequenza Libera con i suoi operatori, parteciperà e racconterà in diretta, presto su www.frequenzalibera.it, parlandoci dell’evento attraverso la propria esperienza personale ed i contenuti raccolti sul campo. Per ascoltarci live, seguiteci sulla pagina facebook con aggiornamenti sul palinsesto nell’eventualità di una diretta speciale, dedicata alla “Summer Media School”.

LE NOTIZIE DAL POLITECNICO DI BARI – 19 Agosto

Competence Center: Industria 4.0
Il Politecnico di Bari è candidato, tra i Politecnici in Italia, alla qualifica di “Compentence Center”. Ciò prevede lo sviluppo di centri di eccellenza di supporto alle imprese che cercano formazione, competenze e trasferimento tecnologico. Il primo Competence Center è previsto vicino ai grandi laboratori di ingegneria per garantire i servizi e l’assisteza al fine di migliorare le tecnologie usate nel mercato del lavoro 4.0. Aereospazio, automotive e agricoltura 4.0, sono i settori più seguiti dal Politecnico che secondo le dichiarazioni del Rettore Eugenio Di Sciascio“lavora ad una robusta candidatura insieme a grandi aziende e con l’Ateneo di Napoli”. L’obiettivo è quello di realizzare un hub per l’innovazione del settore industriale, che favorisca lo sviluppo, le relazioni tra i soggetti del territorio incrementando le competenze sul campo.

Le Città Ecosostenibili.
E’ stata pubblicata l’edizione 2017 del Rapporto sul consumo di suolo in Italia. Presenti tutti i dati e i processi di trasformazione del nostro territorio, che continua a perdere una risorsa fondamentale, il suolo. Entro il 2030 bisogna migliorare la sostenibilità dell’attuale modello di sviluppo urbano e assicurare l’accesso a spazi verdi e pubblici. Spazi sicuri, inclusivi e accessibili. Per la prima volta il Politecnico di Bari ha curato il rapporto sulla Puglia. Lo studio del Politecnico presenta la prima descrizione sistematica condotta nel territorio regionale sulle trasformazioni, le cause, le necessità, le criticità che hanno generato perdita e degrado dei suoli agricoli e naturali. “Il Rapporto sul Consumo di suolo in Puglia, nato dalla collaborazione del Politecnico di Bari con Il CRCS (il Centro di Ricerca sui Consumi di Suolo costituito dal Politecnico di Milano, dall’Istituto Nazionale di Urbanistica-INU e da Legambiente – dice il Rettore del Poliba, Eugenio Di Sciascioè un esempio dell’attenzione del nostro ateneo ai temi innovativi ed emergenti oltre che della sensibilità rivolta ai temi della valutazione della sostenibilità ambientale dei processi di sviluppo urbano. Nel contempo, questo studio è anche frutto della capacità di cooperazione e della convergenza verso temi di interesse comune di istituzioni che a vario titolo sono state coinvolte nelle attività di elaborazione. Insieme al Politecnico di Bari: la Regione Puglia, InnovaPuglia, il Politecnico di Milano ed enti di Ricerca e di alta cultura quali sono INU e ISPRA”.

La Riqualificazione della Costa del Sud.
E’ stato premiato con un punteggio di 97/100 dalla commissione incaricata, durante la seduta pubblica, che ha valutato, il miglior progetto presentato dall’architetto Gianluigi Silos Labini. Tutti i 16 progetti partecipanti presentati al concorso internazionale per la riqualificazione della costa, verranno esposti in una mostra pubblica a settembre. Sono i progetti che riguardano l’intera Area Metropolitana che si estende da Molfetta a Monopoli. Entro due anni il via ai lavori. Si prevedono piattaforme sul mare a due livelli con spazi dedicati al fitness, allo sport ed ai giochi d’acqua. Il molo di San Nicola completamente pedonalizzato. “Abbiamo lavorato nel rispetto di un luogo delicato, fortemente storico  e contemporaneo”, racconta l’architetto.
Il finanziamento di 7,9 milioni di euro servirà per la riqualificazione della costa. L’incarico sarà affidato, solo dopo la verifica della documentazione, al primo progetto classificato come previsto dal bando. Saranno assegnate due mansioni speciali ai progetti presentati dai gruppi di professionisti. Presente anche il sindaco Antonio Decaro che afferma, “conferiamo l’impegno preso di far riacquistare alla città il suo rapporto con il mare, in un precorso di ricucitura che non è solo urbanistica ma anche sociale. Puntiamo ad un nuovo disegno per tutto il lungomare cittadino, da nord a sud.” Continua il Sindaco “Stiamo lavorando contemporaneamente su più parti della città”

Fonti
- Consumo di suolo, dinamiche territoriali e servizi ecosistemici – Edizione 2017
- Comunicato Stampa del Politecnico di Bari: Ogni anno la Puglia consuma circa 1700 ettari del suo territorio per la realizzazione di infrastrutture, industrie, nuove abitazioni. 21 luglio
- La Repubblica Bari – Da Molo alla Basilica, il litorale in piattaforma. 8 agosto
- La Gazzetta del Mezzogiorno – Passerelle, darsene e moli. Il lungomare cambia volto. 8 agosto
- Il Sole 24 ORE – Industria 4.0, superpoli atenei-imprese. 9 agosto